TRAVELCHIPS IN LAPPONIA: Diario di Viaggio – Day 1, si vola al Polo Nord!

Dopo secoli, eccomi di nuovo qui con un nuovo diario di viaggio! In questi ultimi mesi io e Bergo abbiamo viaggiato davvero tantissimo, fare un diario per ogni destinazione sarebbe stato impossibile, ma la Lapponia non può non essere raccontata. Questo è un viaggio di cui io e Bergo abbiamo sempre parlato: dovete sapere che Alberto ci era già stato nel 2013, e la prima sera che abbiamo iniziato a sentirci, ormai 3 anni fa, mi ha raccontato di come quello in Lapponia fosse stato uno dei più bei viaggi che lui avesse mai fatto e di volermici portare <3

L’aereo della compagnia Finnair che ci avrebbe portati ad Helsinki (scalo per poi raggiungere Rovaniemi) partiva alle 11 del mattino di venerdì 1 febbraio da Milano Malpensa. Questo aeroporto si trova a 3 ore di macchina da Rovigo (dove abitiamo), quindi avremmo potuto tranquillamente alzarci presto la mattina e raggiungere l’aeroporto senza troppi drammi. E invece no, perché quel quel famoso 1 febbraio era prevista tempesta di neve a Milano, con conseguenti disagi per il traffico. Piuttosto che rischiare di perdere il volo (e anche la sanità mentale), abbiamo quindi deciso di dormire a Milano la notte prima della partenza.

Arrivati in aeroporto abbiamo parcheggiato l’auto nel parcheggio P2 Executive coperto (una soluzione tutt’altro che economica ma indubbiamente la più comoda e sicura), ci siamo diretti verso il desk a cui lasciare i bagagli da stiva e siamo passati per i controlli. Breve parentesi, Bergo aveva acquistato il fast track (il biglietto per procedere ai controlli più velocemente attraverso una fila dedicata) ma solo in quel momento abbiamo scoperto che con i biglietti aerei Finnair il fast track è sempre incluso (morale della favola, ci sono rimasti i due fast track a pagamento non utilizzati, per fortuna abbiamo tempo fino a luglio per usali). Una volta superati i controlli, siamo andati a fare la seconda colazione della giornata da Starbucks, a mangiare e pregare che la tempesta di neve in corso non ci facesse cancellare il volo ahah. Finita la seconda colazione ci siamo diretti verso la VIP Lounge Monteverdi, per aspettare l’orario di decollo. Ovviamente nella lounge era presente un ricco buffet dolce e salato, e cosa vuoi fare, non favorire? Quindi via con la terza colazione del giorno ahah.

Morale della favola, prima delle 11 del mattino avevamo già mangiato per tutta la giornata!

Finalmente arriva l’ora di partire e saliamo a bordo dell’aereo che in 3 ore ci avrebbe portato ad Helsinki. Non avevo mai volato con Finnair prima, avevo letto opinioni contrastanti su questa compagnia ma devo dire che mi sono trovata abbastanza bene a bordo dei loro aerei. Offrono da bere, non ti stressano cercando di venderti anche le loro madri, lo spazio è ridotto ma per me accettabile (per Bergo che è alto 2 metri non saprei ahah).

Arrivati ad Helsinki già si iniziava a respirare l’aria del nord: tutto innevato, -3 gradi, buio alle 16! Ci aspettava uno scalo di 4 ore, durante le quali abbiamo pranzato presso il ristorante Pier Zero: io un piatto di quinoa, pollo, formaggio, Bergo salmone con patate. Tutto delizioso ma non super economico (d’altra parte già la Finlandia non è economica, figuriamoci in aeroporto!).

Il mio entusiasmo iniziava a diventare incontenibile, pensare che mancava così poco a raggiungere Rovaniemi, un posto di cui Bergo mi aveva parlato tanto negli anni, mi rendeva davvero euforica! Finalmente arriva il momento di imbarcarci, volo di appena un’ora ed ecco che atterriamo nella terra dei ghiacci, temperatura esterna: -25°! Inscrivibile l’emozione di vedere l’aurora boreale in volo, sembrava di essere in un film!

Ritirati i bagagli siamo usciti dal piccolissimo terminal di Rovaniemi e abbiamo preso uno shuttle che ci ha portati davanti al nostro appartamento (per 8€ a testa).

La nostra casetta immersa nel bosco era semplicemente perfetta (la foto qui sopra l’ho scattata dal salotto <3): caminetto, sauna, candele ovunque, immersa nella neve e nel silenzio. Un piccolo angolo di paradiso tutto per noi <3

Ormai era notte, la giornata era finita da un pezzo, quindi non ci restava che prepararci un piatto di pasta, mangiare e buttarci a letto a riposarci per affrontare la giornata successiva al top!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest