TRAVELCHIPS IN LAPPONIA: Diario di Viaggio – Day 2, la corsa sulla slitta trainata dagli husky!

DRIIIIIIIN, sveglia è ora di andare ad esplorare! Appena aperti gli occhi sono corsa davanti alla finestra, ho tirato le tende e…. spettacolo! Tutto innevato, cielo rosato, la natura selvaggia lappone che ci circondava, insomma la perfezione <3

Dopo aver fatto colazione in casa ed esserci lavati, abbiamo iniziato a vestirci per affrontare il freddo: calzamaglia termica, calze termiche, canottiera, maglia termica, pile sottile, pile pesante, pantaloni da sci, giubbino termico (-20 gradi di Decathlon), scalda collo, sciarpa, sotto guanti, guanti da sci, cappello. Penso di non aver dimenticato niente ahah! Vi giuro che facevo fatica a muovermi con tutti quei vestiti addosso, ma senza sarei morta assiderata (sul serio!). Altra cosa importantissima che non è mai mancata durante le nostre uscite: la power bank. Il cellulare senza collegamento costante con la batteria portatile si spegneva immediatamente per il freddo (per fortuna entrambi ne avevamo portata una a testa di quelle potentissime, che non abbiamo mai dovuto ricaricare durante la nostra vacanza nonostante l’utilizzo continuo).

Una volta fuori, eccoci in un sogno: la natura incontaminata Lappone, il silenzio assoluto, solo noi e i -26 gradi che ci ghiacciavano il viso ahah i miei capelli si sono subito ghiacciati (e sono diventati bianchi), idem per la barba di Bergo. La nostra prima passeggiata ci ha portati in centro a Rovaniemi, con tappa al McDonald’s più a nord del mondo, dove assurdamente non avevano niente di caldo da offrirci (hanno accampato delle scuse dicendo di avere tutto fuori uso, ma non sono stati molto convincenti). Finita la misera tappa McDonald’s abbiamo proseguito verso il centro cittadino.

Dovete sapere che Rovaniemi è capoluogo di regione della Lapponia Finlandese, ma nonostante questo è una città veramente piccola, sembra quasi un villaggio. Dopo aver girato un po’ per il piccolo centro, Bergo ha voluto fare una seconda tappa rifocillamento, stavolta da Subway. Non dovete stupirvi se durante questo diario vi sembrerà che abbiamo mangiato come due maialini, il freddo fa consumare tantissime calorie e il nostro corpo aveva costantemente bisogno di energia per resistere a quelle rigidissime temperature.

La nostra giornata è continuata con una passeggiata intorno al fiume che divide in due Rovaniemi, completamente ghiacciato. Voi non avete idea del freddo che abbiamo preso durante quella passeggiata, essendo un luogo scoperto e non protetto da edifici tirava un vento gelido che neanche riuscivamo a parlare (le facce ci si erano congelate, i muscoli non riuscivano più a muoversi). In ogni caso, uno spettacolo magnifico <3

Dopo un veloce spuntino per pranzo, ecco che il momento più bello della giornata (se non della vacanza) stava arrivando… la corsa sulla slitta con gli husky.

Le escursioni le avevamo prenotate dall’Italia prima di partire, un po’ perché diversamente rischiavamo di non trovare più posti disponibili, un po’ perché i costi (elevati) ci è sembrato meglio dilazionarli nelle settimane precedenti piuttosto che averli tutti in un colpo! Tutte le escursioni che abbiamo fatto le abbiamo prenotate sul sito safartica.com in quanto si tratta di una delle agenzie più consigliate come qualità del servizio reso. Ci siamo dunque recati presso il negozio di Safartica, dove con un bus insieme ad altri ragazzi e ragazze siamo stati accompagnati all’allevamento degli husky, nel bosco fuori Rovaniemi.

Una volta arrivati è stata affidata una slitta trainata da 6 cani ad ogni coppia, uno doveva guidare e l’altro farsi portare… vi lascio indovinare chi ha guidato e chi si è fatto portare ahah. A parte gli scherzi, guidare la slitta richiedeva molta forza e molto controllo, cose che sicuramente Bergo ha più di me! Gli husky erano impazienti, non vedevano l’ora di correre e più tempo passavamo fermi più abbaiavano, piangevano e scalpitavano (c’era davvero freddo e correndo si sarebbero scaldati). La temperatura sfiorava i -30 gradi, il sole stava tramontando (nonostante fossero le 15), il bosco ci aspettava. Quando siamo partiti sono rimasta sbalordita dalla velocità che abbiamo subito raggiunto! I cani erano davvero bravissimi a portarci e Alberto molto capace di guidare. I paesaggi che ci si sono proposti sono stati uno spettacolo: prima il fitto bosco lappone, completamente innevato, poi una distesa di ghiaccio (probabilmente un lago) inondato dalla luce rosa del tramonto! Una delle esperienze più belle delle nostre vite, romanticissima e indimenticabile.

Non vi nascondo che ci sono stati anche dei momenti di panico, perché i ragazzi sulla slitta dietro di noi, evidentemente meno capaci di Bergo a guidare, hanno preso una curva a velocità troppo elevata e sono stati sparati come proiettili nel bosco, con slitta annessa! Per fortuna non si sono fatti male, ma hanno rischiato grosso (pensate solo se avessero sbattuto la testa contro un albero)! Ogni volta che ci fermavamo i cani iniziavano a rotolarsi nella neve o a mangiare neve per rinfrescarsi e abbeverarsi. La temperatura era sempre più rigida, io in qualche modo riuscivo a proteggere il viso dal vento gelido, Bergo invece a fine corsa sembrava un pupazzo di neve ahah.

La corsa sulla slitta è durata circa due ore, una volta tornati in baita ci è stato offerto tè caldo e biscotti, ma soprattutto un caminetto per scaldarci.

Una volta rientrati a Rovaniemi siamo andati a fare la spesa al supermercato, dove abbiamo comprato tante pietanze tipiche lapponi, come salume di renna, polpettine di carne non identificata (il finlandese è davvero una lingua incomprensibile), salmone, zuppe ecc.

Tornati a casa ci siamo buttati nella nostra sauna privata, un vero toccasana dopo una giornata al freddo del circolo polare artico! Una volta riscaldati, doccia e cenetta <3

Una bellissima giornata stava per volgere al termine, una di quelle giornate che non ti scorderai mai.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest