TRAVELCHIPS IN LAPPONIA: Diario di Viaggio – Day 4, nel bosco sulla slitta trainata dalle renne di Babbo Natale!

Quarto giorno in paradiso e come in una favola ci svegliamo mentre fuori nevica <3 Decidiamo quindi di prendercela comoda, di rimanere a letto un po’ di più a contemplare il paesaggio, fare colazione con calma e sempre con calma iniziamo a prepararci per uscire.

Fuori faceva meno freddo degli altri giorni, la temperatura si aggirava intorno ai -15 gradi, temperatura da bikini se confrontata con quella dei giorni precedenti! Decidiamo di dirigerci verso il centro di Rovaniemi, andiamo nel centro commerciale che sorge affianco al Mc Donald’s a comprare qualche souvenir (ovvero due cartoline e due calamite, ogni cosa aveva un prezzo esorbitante)! Finito il momento shopping, ci siamo diretti nel bar della sera prima per bere un tè caldo e magiare qualche biscottone… giusto per mantenere la dieta dei giorni precedenti e non perdere il vizio di mangiare ahah!

Per questa quarta giornata ci aspettava l’ultima escursione della vacanza, ovvero il percorso nel bosco sulla slitta trainata dalle renne <3 come per l’escursione con gli husky (se ve la siete persa CLICCATE QUI per andare a leggere che magnifica esperienza è stata) siamo partiti dal punto informazioni di Safartica insieme ad altri turisti, diretti alla reindeer farm. In questo allevamento si trovavano tantissime renne, sia adulte che cuccioli! La dolcezza dei piccolini di renna è qualcosa di indescrivibile, con le loro micro corna e il musetto dolcissimo <3 siamo stati divisi in coppie, ad ognuno della quale è stata affidata una slitta.

A differenza dell’escursione con i cani, in questo caso nessuno doveva guidare la slitta, in quanto si trattava di una passeggiata molto più tranquilla e rilassante (le renne stavano una dietro l’altra senza correre come delle matte come gli husky). Piccolo aneddoto: le renne sono TESTARDISSIME. Essendo tutte in fila una dietro l’altra, la capofila aveva il compito di dettare i ritmi e i percorsi da seguire… beh quella renna quel giorno aveva decido di scioperare, non voleva muoversi e non c’è stato verso di farle cambiare idea ahah! Si è quindi reso necessario effettuare un cambio di leadership, mettendone una più collaborativa come capofila. Una volta risolto l’intoppo, siamo riusciti a partire. Che spettacolo magnifico che si è aperto davanti ai nostri occhi: la neve cadeva dal cielo e ci circondava tutta intorno, il silenzio del bosco, la magia della lapponia ancora una volta si stava manifestando. Essendo una passeggiata e non una corsa abbiamo potuto assaporare a pieno quel momento unico, romantico ed emozionante.

È stato anche molto divertente perché ogni tanto capitava che la renna della slitta dietro di noi avanzasse troppo e me la trovavo a pochi centimetri dalla faccia… e quindi via di selfie con la renna ahah!

L’escursione è durata un paio di ore, dopodiché siamo andati a scaldarci nella baita dell’allevamento, dove ci è stato offerto tè caldo e biscotti (e un caminetto per scaldarci, ha nevicato durante l’escursione quindi eravamo tutti completatemene imbiancati). Una delle ragazze che lavora in quell’allevamento di renne ha colto l’occasione per raccontarci qualche curiosità sulla Finlandia e sulla Lapponia. Una delle cose più interessanti che ci ha spiegato è che in Lapponia ci sono più renne che essere umani (circa 200.000 renne e 185.000 persone) e ad ogni persona adulta vengono affidate delle renne che diventano di sua proprietà; queste renne però sono ovviamente libere e possono anche essere a centinaia di km di distanza, quindi ogni anno viene fatto un censimento così da capire dove si trovano le renne di ogni lappone, se stanno bene ecc. Se per caso una renna dovesse venir uccisa (investita per errore ad esempio, non vengono assolutamente cacciate) o morire di cause naturali, lo stato ricompensa (in denaro) la perdita al proprietario.

Prima di lasciarci tornare a Rovaniemi ci è stata data una patente di guida per slitta, della validità di 5 anni (insomma, dovremo tornarci per forza).

Salutati i cuccioli di renna e le loro mamme e papà, siamo tornati in città, dove siamo andati a fare una piccola spesa per cenare in casa. Una volta tornati a casa ci siam subito buttati in sauna, un vero toccasana dopo tutto quel freddo!

Quanto mi mancano quelle serate nella nostra bellissima casetta nel bosco, completamente immersi nella neve e nel silenzio del Circolo Polare Artico.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest