TRAVELCHIPS A NEW YORK: diario di viaggio di Roberta – DAY 6, GRAND CENTRAL E HIGH LINE

Penultimo giorno a New York, quasi alla fine del viaggio….ormai abituati alla città e al clima newyorchese, tanto tanto freddo ma sereno. Devo dire che, a parte i primi due giorni, siamo stati molto fortunati col meteo perché comunque ci ha regalato delle giornate di sole limpidissime.

Programma della giornata: bus turistico!!! Ebbene sì l’ho provato pure a New York… ma volete mettere attraversare la città sulla parte superiore del bus in mezzo ai grattacieli???   

Abbiamo preso il bus della Gray Line (era compreso nel Sightseen Flex Pass) e la fermata più vicina al nostro hotel era davanti al Flatiron Building. Devo dire che fare il viaggio all’aperto è stata dura, ma per New York si faceva questo e altro!!!!! Abbiamo attraversato la zona di SOHO (South of Houston Street), molto bella con numerose gallerie d’arte e tanti negozi, e siamo scesi alla fermata del Memoriale del 11 settembre; dato che la volta precedente l’avevo visto di sera questa volta ho voluto tornarci di giorno.

Finito il giro al Memorial ho raggiunto il resto del gruppo al Century 21, un outlet di abbigliamento (anche di marca) con prezzi veramente scontati e poi abbiamo ripreso il bus in direzione di Grand Central Terminal. Abbiamo attraversato la zona di Wall Street e costeggiato l’East River passando davanti al palazzo dell’ONU: nelle vicinanze si può vedere un bellissimo murale raffigurante un vigile del fuoco con la bandiera americana sullo sfondo.

Siamo scesi in una laterale di Park Avenue e a piedi ci siamo diretti verso Grand Central Terminal, che si trova sotto al Met Life Building.

Grand Central Terminal è una stazione terminale a Midtown Manhattan ed è la più grande del mondo per quanto riguarda il numero di banchine (ce ne sono 44 con 67 binari). Attraverso uno dei sottopassaggi siamo arrivati al famoso atrio dove si trovano le biglietterie e gli uffici informazioni, ma la vera icona è l’orologio a quattro facce in opale, posto sopra all’ufficio informazioni. Altro pezzo forte di Grand Central è il soffitto che raffigura il cielo e le costellazioni. All’interno si trovano anche numerosi negozi (tra questi c’è Apple Store) e ristoranti (famoso è l’Oyster Bar), anzi al piano inferiore potete trovare tantissimi ristoranti e fast food, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Visto che era ora di pranzo infatti ci siamo fermati qui e abbiamo optato il pollo fritto, peccato che non mi ricordi il nome del ristorante….(cercato sul sito di Grand Central ma non l’ho trovato…). Avevo preso un “cestino” con pollo fritto, pane di mais e una crema di formaggio cheddar…. Tutto buono, il pollo fritto un po’ pesante ma sublime!!!

Usciti da Grand Central siamo passati davanti alla sede americana della UBS dove davanti c’erano dei soldatini come decorazione natalizia, abbiamo ripreso il bus e siamo scesi a Times Square. Abbiamo fatto un giro per la piazza e siamo entrati a Christmas In New York, un negozio di decorazioni natalizie che avevamo visto anche a Little Italy. Sinceramente mi è piaciuto di più del reparto natalizio di Macy’s, aveva tantissimi addobbi per l’albero di Natale a tema New York e America in generale, decorazioni per la casa e per il giardino.  A fianco di Christmas in New York si trova il famoso M&M’s World, negozio dedicato alle famose praline che avevo visto anche a Londra. Oltre ai dolci si trovano numerosi articoli a tema M&M’s come vestiti, pupazzi, articoli per la casa e tanto altro.

Mentre alcuni del gruppo sono tornati a Soho, io e altri abbiamo preso la metropolitana in direzione High Line.

High Line è un parco sopraelevato costruito su un vecchio tratto ferroviario in disuso abbandonato all’inizio degli anni’80. Nel 1999 un’associazione di residenti della zona aveva proposto la riqualificazione della linea costruendo un parco pubblico che è stato aperto nel 2009; la stessa associazione si occupa attualmente della gestione e manutenzione del parco. È lunga 2,33 km, e si trova precisamente tra la 14th e la 34th street.

Siamo arrivati alla High Line sulla 14th street e abbiamo iniziato la passeggiata, molto suggestivo camminare in mezzo ai grattacieli e lungo il tragitto si potevano ammirare tantissimi murales, sia sulla linea che nelle strade circostanti. Ogni tanto capitava di vedere all’interno delle abitazioni, arredate in stile moderno molto chic alcune con qualche elemento stravagante, alcuni palazzi avevano la palestra interna a disposizione dei condomini. Ad un certo punto però è arrivato uno degli addetti della High Line che ci aveva comunicato che stavano per chiudere ma fortunatamente eravamo quasi alla fine del percorso. La High Line mi è piaciuta tantissimo e deve essere molto bello percorrerla d’estate con le piante rigogliose. E poi è sempre tenuta bene e in ordine.

Abbiamo ripreso la metropolitana in direzione Times Square per ritrovarci col resto del gruppo e siccome eravamo in anticipo rispetto all’orario concordato, ne ho approfittato per fare un giro in alcuni negozi (ma non ho comprato niente….). Per cena avevamo deciso di andare da Junior’s per mangiare la sua specialità: la cheesecake!!! Giudizio sulla torta: 110 e lode!!! Se siete amanti della cheesecake quello è il posto giusto. Ce ne sono due in zona Times Square, entrambi a poca distanza l’uno dall’altro e se non volete restare al ristorante c’è anche la possibilità del take away. Ma in ogni caso andateci, ne vale la pena.

Finita la cena ci siamo fermati un altro po’ a Times Square, precisamente sulle scale rosse dove abbiamo visto: un servizio fotografico di moda, dei ragazzi che facevano acrobazie anche coinvolgendo il pubblico, ma soprattutto una bellissima veduta su Times Square con la gente che passeggiava, le macchine e i tabelloni luminosi che illuminavano la piazza a giorno.

Un’altra giornata a New York si era conclusa, sempre contenti di ciò che la città ci aveva offerto.

Alla prossimo diario di viaggio!!!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo! Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest